Barbagia-Terra di Tradizioni e Storia.

È definita spesso il cuore della Sardegna.

È la parte più selvaggia dell’isola, è una grande area della Sardegna che custodisce gelosamente le espressioni più caratteristiche della cultura, della storia e della natura di questa meravigliosa isola.

Occupa i versanti del massiccio montuoso del Gennargentu, e il nome barbaria trova origine nella storia.

È legato al fatto che in queste terre i tardi si rifugiarono quando resistettero alle conquiste dei cartaginesi e dei romani.
Anche se comunemente si conosce come Barbagia, in realtà si compone di più barbagi.

Abbiamo vari regione storiche in quest’aria, com’è Belvì, Nuoro, Ollolai e Seulo.
Le prime due sono nella parte più settentrionale, mentre l’ultima in quella più meridionale.
Inoltre a ovest del Gennargentu troviamo il territorio del Mandrolisai.

Caratteristiche della zona

In questi paesi sarete conquistati Dalla magia dei borghi, dei piccoli centri storici, camminando in vicoli stretti e ammirando piccoli scorci di storia è tradizione che hanno lasciato segni evidenti is ancora intatti.
Ed ecco che questa è l’area migliore per scoprire usi e costumi locali.
Orgosolo che parla attraverso i suoi famosi murales, dipinti su pareti del paese che raccontano cultura e usi e costumi.

Cosa assaggiare

Potrete assaggiare dell’ottimo formaggio sardo, ad esempio, visitando Gavoi, famosa per il suo formaggio Fiore Sardo.
Oppure bere un buon bicchiere di Cannonau, passando per Mamoiada, Oliena o Dorgali, famosi centri di produzione riconosciuti a livello internazionale.

Escursioni e Attività all’aria aperta in Barbagia

Potreste fare una bella escursione andando a visitare il Supramonte. Qui potrete vedere meravigliosi scenari dai colori suggestivi. E poi una bella visita alla sorgente di Su Gologone a Oliena. Luogo famoso in quanto qui sono stati rinvenuti i resti umani più antichi dell’isola.
Se vi trovate a Orgosolo invece potreste vedere la foresta di Montes o visitare il monte Novo Santu juvanne per poi raggiungere anche il nuraghe Mereu e il meraviglioso Canyon Gorropu.

Scoprì le tradizioni popolari sarde

In questi paesi troviamo anche molti musei che ci danno l’idea delle tradizioni popolari e della vita nell’isola.
Ad esempio il museo della vita e delle tradizioni popolari sarde di Nuoro rappresenta bene una visione di insieme della cultura di quest’area della Sardegna.

Così anche il museo delle maschere del Mediterraneo di Mamoiada.
È ancora il museo multimediale del canto a Tenores di Bitti, dove viene rievocato il Canto a tenore dei pastori che usavano riunirsi a cantare quando erano lontani da casa è che ancora oggi viene ricordato durante le sagre o da cori professionisti.

Il Canto a tenore è patrimonio dell’umanità riconosciuto DALL’UNESCO. 

Dai un’occhiata anche al Gennargentu.

Altro

Discover

Bed and Breakfast a Cagliari

Ci sono una serie di opzioni di bed and breakfast a Cagliari entro i...

Bed and Breakfast Sardegna

Bed and Breakfast Molti turisti amano scegliere un Bed and Breakfast in Sardegna per le...

Dove Alloggiare in Sardegna

ALLOGGI IN SARDEGNA Bed and Breakfast Agriturismi Residence Casa Vacanze Campeggi Affittacamere Senza dubbio le opzioni per alloggiare in Sardegna sono diverse Io,...

Dove Dormire in Sardegna, guida utile

Dove dormire in Sardegna, è la prima domanda che vi si pone per organizzare...

Cosa Vedere a Cagliari, le 10 cose da non...

Ti stai chiedendo cosa vedere a Cagliari? Stai porgrammando il tuo viaggio in Sardegna e...

Aritzo, Borgo di Altri Tempi

Aritzo è uno dei tipici borghi delle montagne della Sardegna, a quota 800 m.E' molto...